venerdì 9 maggio 2014

I miei due gioielli

Cornelia, matrona romana, figlia di Scipione Africano Maggiore, sposò il console Tiberio Sempronio Gracco, nel 177 a. C., ed  ebbe dodici figli, dei quali ne sopravvissero tre, Tiberio, Gaio e Sempronia.
Alla morte del marito (153 circa), rifiutò di passare a nuove nozze, dedicandosi interamente all'educazione dei figli, che fece istruire dai migliori maestri greci. 
Fu una donna colta e di indiscussa moralità, notissimo è l'aneddoto che la riguarda, quando, parlando con altre matrone dei rispettivi gioielli, Cornelia mostra loro i suoi, indicando i figli, esclamando:" haec ornamenta sunt mea "(questi sono i miei gioielli).
Ho sempre amato la sua figura e per me è stata sempre un esempio, cosa conta davvero nella vita di una madre.
Ieri era la festa della mamma e, come lo scorso anno, un giornale locale ha pubblicato gli auguri dei bambini per le loro mamme.
Ecco i pensieri dei miei due gioiellini:

Lavinia "Cara mamma sei generosa, farei i mestieri al posto tuo, sei talmente bella, per la tua festa avrei un regalo bellissimo come te".

Lorenzo "Cara mamma sei la più bella che c'è. Sei specialissima perché mi dai sempre l'affetto e l'amore di cui ho bisogno. Ti voglio tanto bene".

Che dire, io li amo e li amerò sempre... .
Federica



2 commenti:

  1. Non c'è niente che dia più gioia di un meraviglioso affetto tra una madre e i suoi figli. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, hai perfettamente ragione. F.

      Elimina