mercoledì 1 febbraio 2017

Levrieri

Sapete della mia passione per i levrieri, che si è risvegliata un anno fa quando decidemmo di adottare la nostra amata Carola (Levriero Spagnolo o Galgo).

La nostra Carola

Da piccolina io sognavo il Levriero Afgano ma, crescendo, mi resi conto che la cura del pelo è molto impegnativa, per cui decisi che era più opportuno un levriero a pelo raso ed iniziai a conoscere tutte le varie razze di questi magnifici cani.

Levriero Afgano

I levrieri racchiudono molte razze, che sono tutte originarie del Medio Oriente ma grazie alle conquiste dei Romani, sono state esportate in Europa, modificandosi naturalmente a seconda dei luoghi.

Levriero Inglese o Greyhound


Levriero Spagnolo o Galgo

Infatti, sono una razza antichissima, mai modificata dall'uomo e che si è evoluta e specializzata nella caccia a vista. Hanno una potenza visiva che arriva ad un km di distanza e pare che vedano a colori ed un olfatto molto sviluppato (grazie anche al loro bel nasone).
Sono in grado di correre veloci (ed è uno spettacolo vederli), arrivando a velocità di punta che raggiungono i 70 Km/h.
E il carattere? Che dire, hanno un carattere dolcissimo e spiritoso, anche se con le persone estranee tendono ad essere piuttosto timidi (tranne la mia Carola che è una vera ruffiana) e poi hanno un portamento aristocratico e molto elegante.

Corsa del levriero

Hanno occhi molto espressivi, che sembra ti leggano nell'intimo, si può affermare che sono cani "empatici", capiscono lo stato d'animo del loro compagno umano.
Mi spiace che, però, ci siano alcuni pregiudizi su di loro: il primo riguarda il fatto che, essendo molto eleganti sono anche antipatici (boh), niente di più sbagliato... sono dei veri pagliacci; il secondo, che non sarebbero intelligenti perché "non riportano la pallina", a questo proposito vorrei dire che, essendo cani da caccia (e si sono sviluppati per millenni in tal senso) a loro delle pallina non interessa un granché, ci giocano se ne hanno voglia... sono bravi nel risolvere i problemi (soprattutto legati alla ricerca del cibo) e sono degli attori consumati!


Esempio di levriero antipatico

Questo mio scritto ha voluto essere una breve e prima opportunità di conoscenza di questi magnifici cani, amati anche dal grande poeta Gabriele D'Annunzio.


Gabriele D'Annunzio ed i suoi levrieri

Nei prossimi post vi porterò a conoscenza di tutte le razze e parlerò del grosso e grave problema dello sfruttamento nelle corse e nella caccia in particolare dei Galgos e dei Greyhounds.
A presto,
Federica

Immagini attinte da google

2 commenti:

  1. ciao fede
    che bello leggerti! complimenti per le foto, per il post...
    traspare il tuo amore per gli animali, da ogni riga..
    io credo che l amore per gli animali sia sinonimo di amore, rispetto e generosità...
    ti auguro un buon we
    daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, in effetti amo molto gli animali, che abbiamo il dovere di proteggere.
      Bacioni, Fede

      Elimina